Pandemis o Tortricide verde-gialla delle Pomacee Pandemis cerasana

Classificazione: Insetti > Tortricidi ricamatori

Questo tortricide è ampiamente diffuso ed è molto polifago, si sviluppa preferibilmente su melo e pero ma si può sviluppare anche su numerose altre piante, sia frutticole (susino, altre dupacee, ribes) che forestali (betulla, quercia, acero, frassino, ecc.).

Gli adulti hanno le ali anteriori ocracee e con una reticolatura di fondo. Sulle ali vi sono diverse macchie, ve ne è una piccolina di forma triangolare sul margine dell’ala nella zona distale; vi è una fascia più scura a metà dell’ala con margini ancora più scuri, ad ali chiuse questa fascia forma una V; vi è un’altra fascia più scura sulle ali nella zona prossimale poco dietro la testa. Vi sono alcuni individui che presentano queste due fasce molto scure, quasi nere, e  che sono anche collegate tra loro da una macchia grigio-nerastra sfumata. L’apertura alare è di circa 20 mm.

Le larve di seconda e terza età si presentano verdi con capo, prima parte del torace, la punta dell’addome e le verruche pilifere di colore nero. Le larve mature sono verde-giallastro con capo chiaro (giallo o bruniccio) e con la prima parte del torace che porta due piccole macchie bruno scure ai propri lati; le verruche pilifere sono leggermente più chiare del resto del corpo e la lunghezza è di circa 20-22 mm. 

Biologia

Il tortricide sverna come larva in un astuccio sericeo tessuto nelle anfrattuosità della corteccia, vicino le gemme o sotto una foglia secca attaccata ai rami. Le larve fuoriescono scalarmente dalla ripresa vegetativa arrivando in prossimità della fioritura con tutte le larve in attività. Raggiunta la maturità, verso fine aprile-inizio maggio, si incrisalidano per dare gli adulti da metà maggio a inizio giugno (primo volo). Gli adulti si accoppiano e le femmine depongono le uova, queste si schiudono circa 10-15 giorni dopo. Dalla prima metà di giugno compaiono le larve che erodono le foglie e poi danneggiano i frutti fino a metà luglio; divenute mature si incrisalidano e da fine luglio a tutto agosto compaiono gli adulti (secondo volo). Si avvia una seconda generazione con la comparsa delle larve da inizio agosto, queste crescono lentamente e con i primi freddi si riparano per superare tutto l’inverno. In un anno si generano due generazioni e avvengono due voli, il primo da metà maggio a inizio luglio e il secondo volo da fine luglio a tutto agosto. 

Danni causati

Le larve attaccano foglie, fiori e frutti, sia giovani che già sviluppati; le larve che hanno superato l’inverno compiono su melo e pero erosioni delle giovani foglie, danni ai fiori e poi compiono profonde erosioni sui giovani frutti, le cui tracce rimangono sino alla raccolta. Le larve in estate accartocciano e divorano le foglie, sulle mele compiono dei fori rotondeggianti mentre sulle pere effettuano ampie erosioni superficiali. I danni compiuti sulle pomacee, ed a volte sul susino, possono essere molto gravi, interessando anche gran parte della produzione. 

Cerca una soluzione per Pandemis o Tortricide verde-gialla delle Pomacee


Ultimi prodotti utilizzabili per Pandemis o Tortricide verde-gialla delle Pomacee

indipendentemente dalla coltura

Agrofarmaci

Cerca altri agrofarmaci

Relazioni delle Giornate Fitopatologiche su Pandemis o Tortricide verde-gialla delle Pomacee

EFFICACIA DI SPINETORAM (DELEGATE WG) NEI CONFRONTI DEI PRINCIPALI INSETTI DANNOSI AL PERO

2014 - Difesa da insetti, acari, nematodi - volume primo

Spinetoram è una nuova spinosina sintetica, in origine derivante dalla fermentazione del batterio Saccharopolyspora spinosa, ma in seguito sottoposta a modificazione chimica, per migliorarne alcune caratteristiche biologiche. Negli ultimi ...

Metossifenozide (Prodigy®) nuovo insetticida per il controllo dei lepidotteri di frutteti, vite e agrumi.

2004 - Fitofagi e fitomizi - volume primo

Metossifenozide, un nuovo insetticida M.A.C. (Moulting Accellerating Compound) e cioè un induttore della muta specifico per i lepidotteri, è attivo principalmente per ingestione. E' dotato di attivià  translaminare ed ...

DPX-MP062 (Steward®) strategie di intervento su tortrici ricamatrici, efficacia di applicazioni su generazioni svernanti ed estive.

2000 - Fitofagi e fitomizi - volume primo

DPX-MP062 (Steward®30%WG) è il primo di una nuova famiglia chimica di insetticidi, le ossadiazine. Caratterizzato da favorevole profilo ecotossicologico, si evidenzia quale prodono di ottima selettiità  verso importanti ...

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.