2020
3

Cimice asiatica: deroga per i prodotti di Ascenza a base di clorpirifos metile

Sundek® Cimice e Sundek® Smart Cimice: da Ascenza due alleati contro la cimice asiatica su melo, pero, pesco e nettarine

ascenza-sundek-cimice.png

Deroga contro la cimice asiatica per i prodotti di Ascenza a base di clorpirifos metile

Gli insetticidi Sundek® Cimice e Sundek® Smart Cimice di Ascenza, a base di clorpirifos metile, sono stati autorizzati in deroga contro la Cimice asiatica (Halyomorpha halys) per condizioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell'art 53 Reg EU 1107/2009, per il periodo compreso dal 17 aprile all’11 agosto 2020.

La deroga giunge coerentemente alla nota del 10 aprile 2020 con la quale il Servizio fitosanitario centrale ha riconfermato l’indispensabilità di clorpirifos metile per la lotta alla Cimice asiatica, in quanto, sulla base dell’esperienza acquisita negli ultimi anni, è risultata l’unica sostanza in grado di contrastare efficacemente la diffusione dell’insetto.
 

Unici su melo e pero

Sundek® Cimice presenta come colture autorizzate melo, pero, pesco e nettarine, da trattarsi alla dose di 3 L/ha tra la fase finale di accrescimento del frutto e la piena invaiatura. Sundek® Smart Cimice ha anch'esso come colture autorizzate melo, pero, pesco e nettarine, da trattarsi però alla dose di 2,5 L/ha alla fase di riposo vegetativo o a inizio primavera, in pre-fioritura, sulle forme giovanili svernanti e in fase di accrescimento frutti.

Approndimenti sulle corrette modalità di impiego

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.