Giornate Fitopatologiche 2008

Cervia (RA) - 12-14 marzo 2008

Impiego di prodotti fumiganti nella lotta contro Rosellinia necatrix agente causale del marciume radicale dei fruttiferi

Capitolo “Funghi, batteri, fitoplasmi, virus” - volume secondo - pag. 185-190

Autori: A. Carlucci, L. Colatruglio, S. Frisullo, F. Lops, M. Mucci

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

In questa nota si riportano i risultati preliminari ottenuti nel primo biennio di una sperimentazione in corso che prevede l'impiego di 1,3D/cloropicrina e di Enzone? contro il marciume radicale lanos dei fruttiferi causato da Rosellina necatrix. La sperimentazione è stata condotta in pieno campo su un terreno naturalmente infestato, in cui sono state trapiantate quattro varietà  di pesco Lolita, May Crest, Baby Gold 9 e Baby Gold 7 su tre portinnesti, Missour, Montclar e GF677, due varietà  di ciliegio Giorgia e Ferrovia su due portinnesti P. mahaleb e P. avium, e due varietà  di vite Negroamaro e Malvasia nera sui portinnesti 1103P e 775P. I primi risultati indicano che i trattamenti effettuati risultano non risolutivi nel contenimento delle infezioni radicali nelle diverse combinazioni di portinnesto/varietà .
Parole chiave: 1,3-dicloropropene, cloropicrina, Enzone, fumigante, Rosellinia necatrix

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.