Giornate Fitopatologiche 1988

Lecce 16-20 maggio 1988

Colture di sostituzione del frumento diserbato con chlorsulfuron, isoproturon e neburon.

Capitolo “Lotta contro le malerbe” - volume terzo - pag. 155-164

Autori: G. Covarelli, F. Tei

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Nelle annate 1982-83 e 1983-84, su terreno argilloso-limoso, è stata condotta una sperimentazione in pieno campo al fine di individuare le colture che possono sostituire il frumento a semina autunnal diserbato in pre-emergenza con chlorsulfuron, isoproturon o neburon. Il frumento diserbato con chlorosulfuron può essere sostituito dopo due mesi dal trattamento con frumento tenero, avena, colza, pisello ed in normale semina primaverile con girasole, erba medica, mais, sorgo, fagiolo e soia. Le possibili colture di surrogazione del frumento diserbato con isoproturon possono essere frumento tenero, colza, veccia e pisello, seminati in inverno, e frumento duro, orzo, bietola da foraggio, girasole, erba medica, mais, sorgo e soia, in semina primaverile Il neburon limita la scelta a pisello, erba medica, mais, sorgo e soia.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.