Giornate Fitopatologiche 2004

Montesilvano (Pescara) 4-6 maggio 2004

Metessifenozide (Prodgy®) nuovo insetticida per il controllo dei lepidotteri di frutteti, vite e agrumi.

Capitolo “Fitofagi e fitomizi” - volume primo - pag. 3-8

Autori: A. Cantoni, M. Gollo, A. Gualco, S. Roffeni Tirafferi

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Metessifenozide, un nuovo insetticida M.A.C. (Moulting Accellerating Compound) e cioè un induttore della muta specifico per i lepidotteri, è attivo principalmente per ingestione. E' dotato di attivià  translaminare ed è adatto per il controllo di importanti lepidotteri fitofagi come Carpocapsa polmonella, Pandemis cerasana, Capua reticulana, Cydia molesta, Anarsia lineallata, Lobesia botrana e Phillocnistis citrella. Le favorevoli caratteristiche tossicologiche ed ecotossicologiche, unite alla sua efficacia specifica, lo prendono particolarmente adatto all'impiego in programmi di difesa integrata.
Parole chiave: metossifenozide, MAC, RH2485, Prodigy®.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.